Chiesa di Santa Croce al Mercato

La chiesa, ubicata al centro dell’esedra di Piazza Mercato, è un caratteristico luogo di culto di Napoli.

Fondato nel XIII secolo, l’edificio religioso venne ricostruito nel 1781 a causa dell’incendio che distrusse la piazza e la chiesa.

Il tempio fu danneggiato ulteriormente durante il terremoto dell’Irpinia del 1980, nonostante ciò, oggi rappresenta una delle testimonianze medioevali più importanti della città.

All’interno ritroviamo un ceppo con lo Stemma dei cuoiai, che si pensa essere quello sul quale il conciatore di pelli, Domenico Punzo, decapitò Corradino di Svevia nel 1268.

La colonna con la croce rappresenta il luogo dell’esecuzione. Molte delle opere in essa contenute sono state trasferite presso il Museo civico di Castel Nuovo. Oggi la chiesa è chiusa al pubblico.