Pippo Franco, ultimo erede di una storica attività di famiglia.

1945, i fratelli Franco inaugurano la loro attività di vendita di tessuti nel quartiere Mercato. Circa trenta anni dopo, siamo nel 1974, aprono un altro punto vendita con sei dipendenti, e anche Pippo, uno dei figli dei fratelli Franco, allora quattordicenne, va in bottega per imparare tutto ciò che c’è da sapere su quel mestiere. Sono anni floridi per i commercianti di tessuti, e nel quartiere se ne contano almeno una sessantina. Il Mercato, infatti, serve tutto il Sud Italia e le attività rimangono aperte, in molte occasioni, dalle 7.30 alle 24.00. Dagli anni ’70 fino al ’92 la vendita all’ingrosso va a gonfie vele. Via, via il ridimensionamento e il decentramento delle aziende determinano un crescente abbandono, la vendita non è più all’ingrosso, ma diventa di mezzo ingrosso-dettaglio, il territorio comincia a risentirne. Siamo nel 2005, Pippo Franco è rimasto solo, con la Franco s.r.l., a portare avanti la storica attività di famiglia. Pippo, fa un’analisi lucida del momento attuale e dichiara che continua con grande difficoltà a tenere in piedi una vendita al dettaglio per una clientela di nicchia che desidera “vestirsi e non coprirsi “. Nei tempi migliori, il Mercato, contava una sessantina di aziende come la sua, oggi sono rimaste solo in sei! Ogni giorno a sostenerlo è un: “forse, speriamo, vedremo”  e nonostante ami il suo lavoro dichiara a chiare lettere che se avesse un’opportunità diversa lascerebbe il settore. Eppure sceglie ancora con passione i tessuti, è attento alle sfilate per capire le tendenze moda e per proporre ancora, alla sua clientela, il meglio che può.